Il disturbo da eiaculazione ritardata (uomini)

La gravità di questo disturbo varia. Si va da un’inibizione involontaria dell’eiaculazione del tutto occasionale, che si supera con il semplice impiego della fantasia e/o stimolazione aggiuntiva. Ma si arriva fino all’inibizione grave, in cui il paziente, nel corso di tutta la sua vita non ha mai sperimentato un orgasmo.

Nella forma più lieve di questo disturbo il sintomo compare solo in situazioni ansiogene mentre il soggetto è in grado di eiaculare quando si sente tranquillo.

In situazioni più gravi l’uomo riferisce di non riuscire ad eiaculare durante il coito; in questi casi, tuttavia, l’uomo può riuscire ad eiaculare tramite la stimolazione manuale od orale da parte della partner.

Altre volte il riflesso eiaculatorio viene inibito anche al solo contatto da parte della compagna. Sempre grave è la situazione in cui l’uomo deve allontanarsi poiché non riesce ad eiaculare in presenza della donna ma riesce a farlo solo in solitudine.

Il quadro più serio, ma anche il più raro, è caratterizzato dal caso in cui il paziente non ha mai provato un orgasmo in tutta la sua vita neppure da solo.

Please publish modules in offcanvas position.